Informazioni rapide

  • Published 2005 in Acta diabetologia latina

Abstract

osmolare, non chetosico è una sindrome morbosa che in questo ultimo decennio è stata oggetto di particolare studio; anche in questa rivista l'argomento è stato trattato recentemente (JAcKSON W. P. U.: Acta diabet, lat. 6, 759, 1969). Questa sindrome è caratterizzata da grave iperglicemiä, iperosmolaritä, disidratazione e depressione del sensorio in assenza di chetoacidosi. La difficoltä nell'accertamento di questa sindrome e, conseguentemente, il ritardo nell'applicazione della terapia contribuiscono significativamente all'alta frequenza della mortalitä segnalata in questi casi, che si aggira attorno al 50 %. I fattori coinvolti nella comparsa di questa sindrome (JOHNSON R. D. e Co11.: Diabetes 18, 111, 1969) comprenderebbero: 1) un prolungato e progressivo deterioramento della funzione delle cellule B pancreatiche, con persistenza tuttavia di una certa produzione di insulina in quantitä tali da prevenire la comparsa della chetoacidosi; 2) sviluppo insidioso di grave iperglicemia, con abbondante diuresi osmotica e intensa deplezione idrica; 3) mancanza di adeguata risposta de1 centro della sete, a mano ä mano che si manifesta la depressione del sensorio. Per quanto riguarda la terapia, questa differisce a seconda della fase clinica. I1 trattamento è costituito dall'iniezione di insulina (50 U di insulina solubile i.v. e 50 U s.c.) e dal1'infusione di soluzioni di NaC1 allo 0,45 % e di fruttosio al 2,5 % (2 1 per infusione i.v. rapida). Successivamente, la terapia sarä la seguente: a) insulina ogni 2 h come all'inizio (50 U i.v. e 50 U s.c.), sino a quando la glicemia non sia scesa al di sotto di 300 mg °B; b) quando la glicemia abbia raggiunto valori inferiori a 300 mg oB, l'infusione di soluzione fisiologica e di fruttosio viene sospesa e si inizia l'infusione di destrosio al 5 98; generalmente sono necessarl da 6 a 16 1 di liquidi; c) poicbè di solito è presente una deplezione potassica e il trattamento con insulina e glucosio può rar comparire una ipokaliemia, è necessario praticare con oculatezza la somministrazione di questo elemento.

DOI: 10.1007/BF01556821

Cite this paper

@article{2005InformazioniR, title={Informazioni rapide}, author={}, journal={Acta diabetologia latina}, year={2005}, volume={7}, pages={827-832} }