Il problema della resistenza ai farmaci antipiastrinici : meccanismi molecolari e test di laboratorio

Abstract

Corrispondenza a: Prof. Marco Cattaneo, U.O.C Medicina III, Ospedale San Paolo, DMCO, Università degli Studi di Milano, Via di Rudinì n.8, 20142 Milano; Tel. 02-50323095, e-mail: marco.cattaneo@unimi.it Riassunto I farmaci che inibiscono l’aggregazione piastrinica, tra cui l’aspirina e il clopidogrel, sono utilizzati nei pazienti con aterosclerosi per ridurre il rischio di eventi trombotici arteriosi. L’aspirina inibisce irreversibilmente la ciclossigenasi-1 (COX1) bloccando la via del trombossano A2 (TxA2), mentre il clopidogrel inibisce irreversibilmente uno dei due recettori piastrinici per l’ADP, il P2Y12. Entrambe queste vie sono essenziali per l’amplificazione del segnale di attivazione che determina aggregazione piastrinica. Con il termine “resistenza ad un farmaco” s’intende l’incapacità da parte del farmaco di colpire il suo bersaglio che si traduce in una mancata risposta farmacologica, documentabile con un test di laboratorio specifico. La prevalenza di resistenza all’aspirina, valutata utilizzando un test specifico come la determinazione dei livelli di trombossano sierico B2 (TxB2), è intorno all’1%; ciò permette di concludere che la resistenza all’aspirina o non esiste o è un fenomeno estremamente raro. La causa più importante di resistenza al clopidogrel è dovuta all’incapacità dei citocromi epatici di metabolizzare il pro farmaco al suo metabolita attivo. Summary Resistance to antiplatelet drugs: molecular mechanisms and laboratory detection Drugs that inhibit platelet function are widely used to decrease the risk of occlusive arterial events in patients with aterosclerosis. Aspirin irreversibly inhibits cyclooxygenase-1 (COX-1), thus affecting the arachidonate-thromboxane A2 pathway, while clopidogrel affects the adenosine diphosphate (ADP) pathway, by irreversibly blocking the ADP receptor P2Y12. Both these pathways contribute to the amplification of platelet activation and aggregation response to platelets agonists. The term “resistance” to a drug means the inability of a drug to hit its pharmacological target, demonstrable by a specific laboratory test. The prevalence of aspirin resistance, assessed by a specific laboratory test as serum thromboxane B2 (TxB2), is about 1%; thus we can conclude that aspirin resistance does not exist or it is a very rare phenomenon. The most important cause of clopidogrel resistance is attributable to the inability of the hepatic cytochromes to metabolize the pro-drug to its active metabolite. Key-words: blood platelets, drug resistance, platelet aggregation inhibitors.

Cite this paper

@inproceedings{Cattaneo2009IlPD, title={Il problema della resistenza ai farmaci antipiastrinici : meccanismi molecolari e test di laboratorio}, author={Marco Cattaneo}, year={2009} }